Dai ricchi filari delle colline montalesi si producono oggi Chianti DOCG, vin santo e vini a indicazione geografica tipica come il Toscano e il Colli della Toscana centrale; un tempo i grappoli venivano raccolti a mano, trasportati con le ceste e gettati nelle botti, dove i ragazzi li spremevano calpestandoli con i piedi nudi. Gli oliveti, baciati da clima ideale, costellano ancora oggi la pianura e le prime aree collinari, facendo dell’olio extra vergine uno dei più pregiati prodotti delle aziende agricole della zona.